Krisma Music Home Page



"Maurizio ha preparato a Londra la 'Bomba' dell'anno" - (Bolero Teletutto - 20 November, 1970)

Londra e l'Inghilterra sono per Maurizio una seconda patria

Londra, novembre. Per chi ancora non lo sapesse, Maurizio, a Londra, è di casa. Oltre a parlare perfettamente la lingua inglese, leggere il 'Times' girare in 'bus' fare delle laute prime Maurizio ha preparato a Londra la 'Bomba' dell'annocolazioni a base di uova, pancetta affumicata e tè, il popolare cantante conosce nella capitale inglese anche un sacco di gente. Insomma, Londra e l'Inghilterra, per Maurizio, sono quasi una seconda patria.

Perché? gli chiedo mentre giriamo per la 'City' il famoso centro degli affari londinese, in mezzo agli impiegati di borsa in bombetta, i poliziotti a cavallo, ragazze in vertiginose minigonne, 'hippies' e 'Bobbies' (i famosi policemen) nella loro caratteristica divisa,

"Ma perché ho abitato a Londra per moltissimo tempo. Perché talvolta ancora vi abito (e infatti posseggo qui un appartamento). Perché ho un mucchio di amici e mi trovo benissimo in questa magnifica città."

Ecco quindi spiegato il mistero di certe lunghe sparizioni di Maurizio. Infatti era un bel po' di tempo che non ti si vedeva più in circolazione. Non apparivi in televisione, non andavi a nessuna manifestazione...
Eri a Londra, dunque!

"Sì, ma sia subito chiara una cosa: non sono in vacanza. Io non faccio il turista nella capitale del Regno Unito. A Londra io ci sono per lavorare."

Lavorare?

"Certo. In questo periodo, per esempio, sto preparando una bomba..."

Accidenti! E contro chi la vuoi buttare questa bomba?

"Contro la musica leggera italiana!
E' ora che il pubblico si accorga che Maurizio, musicalmente parlando, è un tipetto piuttosto preparato. Che è un cantante modernissimo, attento a qualsiasi nuova forma musicale.
Per questo me ne sono venuto a Londra, capitale morale della musica leggera di tutto il mondo. E qui ho registrato quello che sarà il mio prossimo disco: la bomba, appunto."

Parlamene...

"Titolo: 'Guardami, Ascoltami Toccami, Guariscimi', lanciata dai 'Who' nel film Woodstock.
Maurizio ha preparato a Londra la 'Bomba' dell'annoL'ho incisa in italiano, inglese, francese e tedesco e il disco uscirà contemporaneamente in tutti e quattro i paesi, fra una ventina di giorni. Pensa che ho inciso il disco con la base ritmica di tre elementi dei 'Blue Mink', un complesso inglese che sta andando fortissimo in questo periodo.
I tre ragazzi in causa sono Alan Parker, Herbie Flower e Alan Cauchion.
Ti dico tutto questo per farti capire con quanta cura metto insieme i miei dischi. Insomma, ho cercato di fare il meglio e credo proprio, presunzione a parte, di esserci riuscito.
Figurati che la registrazione è stata eseguita nella sala d'incisione più importante e attrezzata di Londra, quella che una volta era dei 'Beatles'. Finiva la mia seduta e cominciava quella dei Rolling Stones, tanto per farti capire."

OK, ho capito. Ti sei messo di buzzo buono, non hai lasciato niente al caso, hai preferito aspettare la canzone buona, il momento più adatto per... cercare di sfondare definitivamente. Il punto, però, è proprio questo. Come mai, fino a oggi, ti è mancata la grande affermazione? Come mai finora non hai incontrato il successo, quello con la S maiuscola, intendo?

"E' stato uno sbaglio di impostazione del mio personaggio a non avermi permesso di cogliere appieno i frutti che potenzialmente avrebbero dovuto nascere dal mio... albero. Solo ora si vedrà in realtà chi è e quanto vale Maurizio. Sì, perché soltanto ora mi si offre l'opportunità di fare quello che voglio, nel migliore dei modi, senza alcuna ingerenza esterna".

Questo, soprattutto, in relazione al tuo recente cambiamento di casa discografica

"Certo. Sono passato all'etichetta "Polydor", della Phonogram. La mia è stata una scelta precisa, ben determinata. Infatti la Polydor è una casa discografica distribuita in tutto il mondo..."

Non, mi dirai che vuoi conquistare addirittura il mondo, eh? Vuoi forse diventare il Napoleone della canzone?

"Senti, o adesso o mai più. Ricomincio quasi da capo, con rinnovate velleità, propositi di vendetta... musicali e ambiziosissimi traguardi. Forse non diventerò... Napoleone, come dici tu. Comunque... Staremo a vedere."

Ecco, bravo. Staremo a vedere. Rilassiamoci un attimo; toccando qualche aromento più leggero. Dimmi, per esempio, che fai di bello la sera, qui a Londra?

"Esco, vedo gli amici. Si va ad ascoltare musica. Quella buona, quella vera."

E come trovi gli inglesi?

"Quasi perfetti. Ognuno pensa ai fatti propri, senza intromettersi mai in quelli degli altri. Impiegati di banca vestiti di scuro ma con i capelli lunghi fin sulle spalle. Massima libertà, insomma, Maurizio ha preparato a Londra la 'Bomba' dell'annoe massimo rispetto per la personalità e i gusti altrui. Ecco uno degli aspetti meravigliosi di questo paese."

Senti, abbiamo fatto il giro di molti negozi e tu, dappertutto, hai comprato qualcosa. Ti ho visto, pero, poco convinto... Non sarai di quelli che si vergognano a uscire da un negozio senza aver comprato qualcosa?

"Purtroppo sono così! E' per questa ragione che ho la casa piena di cose che non metterò mai."

E come te la cavi con la guida a sinistra?

"Appena arrivo e mi metto al volante, incontro qualche difficoltà, lo ammetto. Nel giro di mezz'ora, però, mi riabituo."

Qual è il regalo che una ragazza inglese mostra di apprezzare di più in questo periodo?

"Uhm... Direi qualcosa che riguardi direttamente la moda. I cosiddetti "accessori" sono apprezzatissimi. Un cappello, per esempio; o una cintura; o un paio d'occhiali."

È più cara la vita a Milano o a Londra?

"A Londra è meno cara e i giovani hanno più possibilità di divertirsi. Riescono a divertirsi meglio spendendo poco."

Nonostante tutta la tua ammirazione per l'Inghilterra e gli inglesi, Londra e i londinesi in particolare, tu ti sei fidanzato con una ragazza italiana. Hai forse voluto seguire quel vecchissimo detto "moglie e buoi dei paesi tuoi"?

"No. Sono stato fidanzato anche con ragazze inglesi. Cosa vuoi... in amore la nazionalità non è poi così importante, così determinante. Quello che conta di più in amore è... l'amore! Ma poi, scusa, chi ti ha detto che io sono fidanzato?"

Me lo ha detto un uccellino! Un uccellino italiano, però. Di quelli pettegoli, pettegolissimi. Roba che a Londra non sanno nemmeno cos'è!..





 

News - Biography - Discography - Records - MP3 - T-Shirts - Press - Video - Photo - Podcast - Maurizio - I New Dada -
Contacts - Live - Sitemap

Mind Lounge

Designed by MarXel